sabato 26 maggio 2018

L'Europa senza italiani è come un letto o una Carbonara senza guanciale.



Sapete come la penso, per cui cercate di non fraintendere.
Premetto che non ho alcuna simpatia per la coalizione “contrattuale” che sta per andare al Governo.
Vediamo un po', però, che cosa sta succedendo: la finanza internazionale è in fibrillazione, lo spread schizza a quota 200, non appena i due consoli presentano un economista della loro area, e che dovrebbero fare?, apriti cielo!, persino Mattarella si mette di mezzo.
Si può benissimo capire la sua perplessità nei confronti di Savona, ma quest'ultimo ha la fedina penale pulita (a differenza di altri che ha accolto recentemente nel suo ufficio) ed è stato indicato dai due partiti vincenti alle ultime elezioni.
E' la Democrazia, Presidente!
Ora dalla Germania, preceduto da articoli d'oltreoceano, arriva un attacco politico e giornalistico anche attraverso delle vignette che pescano negli stereotipi più vieti sul nostro popolo: gli italiani sono scrocconi, si affidano alla Peste e al Colera per guarire e sono talmente folli da buttarsi con un Ape in un burrone, contentissimi di farlo e pensando di essere fighissimi.
Anche se, come ho già scritto in altra occasione, è un peccato veniale delle vignette prodotte all'estero quando si fa satira nei confronti di un altro Paese, con tali stereotipi negativi che cosa si vuole ottenere?
Si pensa di cambiare così l'esito delle elezioni? Si pensa di indebolire l'immagine dei partiti populisti e sovranisti?
Ecco se si vuole alimentare il populismo, quello più becero, quello che poi sfocia nel Nazionalismo e nelle forme di parafascismo, quello che stanno facendo va benissimo. A mio parere, si intende, non per le teste d'uovo ai vertici europei.
Ho un dubbio terribile, un po' diabolico: la UE ha tutto l'interesse a promuovere un governo populista e xenofobo che alimenti una crisi economica italiana epocale attraverso manovre abborracciate e fallimentari
L'ho scritto. Dio mi perdoni, ma voi, per cortesia non prendetemi sul serio...io mi occupo di Satira e mi posso permettere qualche sparata sulla Luna!
Perché ricorrere a questo diabolico machiavello?
La UE non può più in prima persona imporre sacrifici ai Paesi riottosi. Pena la sua disgregazione.
La soluzione (stupida) è quella di lasciarli nel loro brodo, far evaporare il risparmio dei piccoli (perché quello dei ricchi sarà già all'estero), imporre Flat-tax dove tutti i contribuenti nella notte fiscale siano grigi, costringere i Governi a manovre che erodano le sicurezze dei cittadini attraverso la desertificazione del Welfare, tutti provvedimenti che sono nel DNA ( e nei contratti ;-)) dei partiti sovranisti e populisti.
Oh, accidenti...Ohibò! ..ma non è forse questa la soluzione neoliberista che sta alla base delle politiche UE da un ventennio a questa parte?
Che gli italiani si succino pure un po' di xenofobia per calmare qualche loro istinto aggressivo, che si sentano protagonisti contro lo strapotere pluto-giudaico-massonico-europeista, ma, mi raccomando, non smettano di portare la ricchezza ai pochi e pauperizzare i tanti. Voilà! Il gioco è fatto!

Sembra, ma lasciatemi fare un po' di fantapolitica inoffensiva , che si vogliano comportare come quel burlone Fiorentino che vuole mangiarsi pacconi di popcorn e godersi lo spettacolo dello sfacelo della politica dei suoi avversari.
Una cosa è certa, in questo disastro, ed è un po' spiacevole: in Europa non ce l'hanno solo con i ruspanti salviniani o con i velleitari grillini. Ce l'hanno proprio con gli italiani. Tutti.
Ma un Europa senza gli italiani è come un letto (o una Carbonara) senza guanciale. Un letto funzionale, ma scomodo, un piatto di pasta che è una mappazza da digerire anche senza la P-38 dentro...;-) 
arz62

Nessun commento:

Posta un commento

PROPONI SU OKNO NOTIZIE

OkNotizie