sabato 27 dicembre 2014

Dialogo tra un aspirante lavoratore pubblico e un non so ( sulla licenziabilità dei dipendenti pubblici)

Ispirato dai commenti del seguente articolo del Corriere:
www.corriere.it/economia/14_dicembre_27/ichino-licenziamenti-nuove-regole-valide-anche-gli-statali-b6f774d4-8da8-11e4-8076-7a871cc03684.shtml

Datore di lavoro:- Io cerco una persona preparata e che sia adatta alla difficile mansione che intendo affidarle-.
Aspirante lavoratore: - Son qui per questo!-
Datore di lavoro: - Ha dei titoli? Una certa esperienza?
Aspirante lavoratore: - Sono laureato e specializzato. Non ho grande esperienza, ma credo di poter fare bene questo lavoro.-
Datore di lavoro:- Laureato, d'accordo; ma si sa che in Italia chi si laurea può essere benissimo un ignorante. Si comprano gli esami e, se sei amico dell'amico...mi ha capito?
Aspirante lavoratore: - No, francamente. Mi sono laureato e ho superato un esame di specializzazione e non ho nessun amico in Paradiso, glielo posso assicurare.-
Datore di lavoro: - E allora? Non vorrà mica farmi credere di essere superiore agli altri se ha superato degli esami. Conosco tanti laureati che non valgono una cippa e persone con la Terza Media che sanno fare bene il loro mestiere! Io, per esempio, che non sono laureato, ho sotto di me una cifra di dipendenti-
Aspirante lavoratore: - Evidentemente lei ha fiuto per gli affari e ha capacità che altri non hanno!
Datore di lavoro:- Non faccia il lecchino! Io valuto le persone soltanto sul campo!-
Aspirante lavoratore: - Eccomi qua! Quando vorrà, potrà mettermi alla prova!-
Datore di lavoro: - La avverto che lo stipendio sarà basso...
Aspirante lavoratore:- So di far cosa inopportuna nel manifestare questa mia piccola perplessità: io vengo dal Meridione e qui al Nord mi chiedono per l'affitto circa 250-300 euro per una camera in comune con altri. Non ho grandi esigenze, ma devo stare perlomeno dentro alle spese-.
Datore di lavoro:- La questione non mi riguarda; inoltre, sappia che potrò licenziarla quando mi pare.-
Aspirante lavoratore:- La legge ora glielo permette.-
Datore di lavoro: - Poiché lei avrà un lavoro a termine , inoltre, deciderò io, a capocchia, quando pagarla...-
Aspirante lavoratore: - Questo mi lascia un po' perplesso: dovrò far ricorso ai miei per mantenermi. La cosa mi mette in seria difficoltà-
Datore di lavoro: - Sappia, inoltre, che, in realtà, il suo datore di lavoro non sono io!-
Aspirante lavoratore: - Mi sembra un po' strano...-
Datore di lavoro:- Lei, non si meravigli, diventerà un lavoratore pubblico e quindi è dipendente di tutti i contribuenti!-
Aspirante lavoratore:- Oh, ma è magnifico! Sarò utile alla comunità! Non c'è niente di meglio che dedicare le proprie energie per concorrere allo sviluppo spirituale della società!-
Datore di lavoro:- Mi sembra di averla già sentita questa cosa...-
Aspirante lavoratore:- Sì, è un articolo della Costituzione...-
Datore di lavoro: - Il suo entusiasmo è inopportuno: non mi parli di queste cose vecchie! Noi siamo persone dinamiche e giovani!Noi siamo per il movimento aggressivo, l'insonnia febbrile, il passo di corsa, il salto mortale, lo schiaffo e il pugno! -
Aspirante lavoratore: - Vedo che anche Lei ama le citazioni!-
Datore di lavoro: - Bene, sappia che lei dovrà rispondere a tutti.-
Aspirante lavoratore: - Mi sembra logico.-
Datore di lavoro: - Forse non mi ha capito.-
Aspirante lavoratore: - Dovrò rispondere del mio lavoro, giusto?-
Datore di lavoro: - Scusi, ma mi sembra che lei sia molto ingenuo. Del suo lavoro risponderà alle persone con cui avrà a che fare e che costituiscono lo 0,003% dei contribuenti.-
Aspirante lavoratore: - Una piccola percentuale, dunque.-
Datore di lavoro:- Piccolissima. Anche se svolgerà al meglio il suo lavoro, avrà una gratificazione e un riconoscimento proporzionale al numero delle persone con cui entrerà in contatto. Lei dovrà, però, rispondere moralmente a tutti i contribuenti, al 100% dei contribuenti!
Aspirante lavoratore: - Ma come potrò rispondere del mio lavoro a chi non lo potrà conoscere poiché non avrà potuto valutarne l'efficacia e il valore?-
Datore di lavoro: - Si baseranno sulla loro esperienza personale.-
Aspirante lavoratore: - Non capisco...-
Datore di lavoro: - Vedo che lei non è così sveglio nonostante i suoi studi...
Aspirante lavoratore:- Lo ammetto.-
Datore di lavoro: Le sarà capitata qualche brutta esperienza, che ne so? Col fruttivendolo? Col macellaio? Col panettiere?-
Aspirante lavoratore: - Be', sì: l'altro giorno il panettiere ha servito la signora che era venuta dopo di me e io mi sono un po' arrabbiato...-
Datore di lavoro: - Ritornerà da quel panettiere?-
Aspirante lavoratore:- Be', se avrò tempo, andrò dal panettiere vicino, anche se mi è un po' scomodo.-
Datore di lavoro:- Bene , nel caso in cui lei si dovesse recare dal nuovo panettiere, che cosa farà?-
Aspirante lavoratore:- Chiederò i soliti cinque panini...Che cosa dovrei chiedere?-
Datore di lavoro:- Vedo che proprio lei è tardo di comprendonio! Lei dovrebbe investirlo di contumelie: “Come si è permesso di servire la signora per prima? Ero arrivato prima io!Lei, prestinaio della malora, è un mascalzone!”
Aspirante lavoratore: - Ma perché dovrei? Non è stato il nuovo panettiere a commettere la scorrettezza!-
Datore di lavoro: - Vedo che proprio non ci arriva: non importa assolutamente nulla che non sia stato lui! Fuor di metafora: se lei vorrà lavorare nella pubblica amministrazione, dovrà abituarsi a reggere le offese di chiunque perché chiunque nella sua vita avrà avuto qualche brutta esperienza con un pubblico dipendente. Non è impossibile imbattersi in un insegnante coglione, un giudice che ti fa perdere la causa, un vigile cieco per gli altri e peggio di Argo per te. E' una semplice questione statistica. Ecco le daranno del fannullone, dell'imbroglione, dello scansafatiche, del fancazzista, del raccomandato e così via...-
Aspirante lavoratore: - Ah!-
Datore di lavoro: - E' pronto a tutto questo? -
Aspirante lavoratore: - Be', no... Se qualcuno me lo dicesse in faccia ….!-
Datore di lavoro: - Non si preoccupi, non glielo diranno quasi mai in faccia.
Ci sono sempre i commenti sui giornali, il discredito da bar, il commentino alle spalle...-
Aspirante lavoratore: - Non credo di essere pronto a tutto questo...
Datore di lavoro:- Glielo avevo detto all'inizio. Noi stiamo selezionando i migliori!-
Aspirante lavoratore (sempre più perplesso): - I migliori?-
Datore di lavoro: - … i migliori!-

arz


mercoledì 24 dicembre 2014

L'antilingua del MIUR

Non ho nulla da aggiungere a quanto scritto dal prof. Claudio Giunta.
Leggete e poi riderete e piangerete a un tempo.
http://www.internazionale.it/opinione/claudio-giunta/2014/12/23/la-lingua-disonesta-come-scrivono-al-ministero-dell-istruzione

lunedì 22 dicembre 2014

Renzi, Totò, Peppino e il Malgoverno: punto, punto e virgola e comma!


http://www.ilfattoquotidiano.it/2014/12/21/legge-stabilita-quer-pasticciaccio-brutto-dei-755-commi-non-tornano/1286737/

venerdì 19 dicembre 2014

Embè?

La notizia è questa: http://www.lastampa.it/2014/12/18/italia/cronache/i-francescani-in-dissesto-finanziario-la-lettera-choc-lordine-sommerso-dai-debiti-BN2F76SnvBC91XVjBzpbPL/pagina.html


giovedì 18 dicembre 2014

"Chi parla male, pensa male e vive male. Bisogna trovare le parole giuste: le parole sono importanti! "

Nuova puntata sulla morte del vocativo e della punteggiatura.
Per quanto riguarda la morte dell'intelligenza, ognuno ricorra al proprio giudizio.

"Chi parla male, pensa male e vive male. Bisogna trovare le parole giuste: le parole sono importanti! " (N. Moretti)

mercoledì 17 dicembre 2014

Contro Benigni (da Sinistra).

Non ho visto né vedrò Benigni alla Televisione. Ammetto che la questione degli emolumenti               ( ovviamente utilizzata e strumentalizzata dalla Destra per demonizzare ogni voce di Sinistra che riesce a guadagnarsi la pagnotta senza stenti) ha avuto, nonostante tutto, qualche influenza: come trovo immorale ( oh, yes!) che un manager guadagni n volte rispetto ad un operaio, non trovo etico che un comico, anche se famoso e idolatrato, e in tempi di vacche magrissime, guadagni n volte rispetto a colleghi, altrettanto bravi, che sono costretti a calcare il palcoscenico di teatri di provincia se non gratis , con rimborsi spesa ridicoli .
In realtà, il motivo del mio disinteresse per un attore che ha sicuramente qualche pregio è la ripetitività dello schema utilizzato nei suoi spettacoli: i suoi “bellissimo!”, “magnifico!”, “eccezionale!” mi sembrano sempre più tormentoni ormai bolsi, che sanno ormai di comicità alla Zelig tanto per intenderci ( comicità che piace a molti, ma che al sottoscritto non fa né caldo né freddo). Il sugo dei suoi spettacoli è costituito dai testi ( la Costituzione, i Dieci Comandamenti, la Divina Commedia) , ma per assaporarli preferisco ricorrere agli originali, senza aromi, frizzi e lazzi e con qualche nota esplicativa più noiosa, forse, anche se meno suggestiva.
Qualcuno ha capito l'arcano ed è in grado di costruire testi che parodiano Benigni e che risultano molto più divertenti del modello stesso.
Vedi il seguente brano che ho trovato in Rete.

Benigni legge la targhetta dell'ascensore ( di Claudio Fois)
Portata massima 4 persone”. Ma è bellissimo… Sentite com’è essenziale, bello, pulito. Io ogni volta che lo leggo mi commòvo.
Già l’ascensore che come simbolo unisce il Cielo e la Terra, ci ricorda che siamo divini ma ma anche mortali e viceversa. E’ bellissimo.
Sentite la potenza di questa parola: “Persone”… Non dice òmini, donne, neri, gialli, visigoti, Gasparri… No. Dice: “Persone”… quattro persone, cioè persone che stanno insieme, poi il numero 4: i quattro punti cardinali, l’alto, il basso, la destra, la sinistra: è compreso tutto il mondo. Tutto il mondo nell’ascensore, perché nell’ascensore c’è un mondo, perché ognuno di noi che è dentro l’ascensore ha dentro di sè un mondo. Un mondo d’Amore.”

So che Benigni piace a molti e non me ne dispiaccio. Non piace più a me che, comunque , non ho alcuna patente per giudicare meglio degli altri.
Non ve ne frega nulla? Non vedete, bischeri, la bellezza della Democrazia? Magnifico! Bellissimo! Eccezionale! ;-)
arz


mercoledì 10 dicembre 2014

Gli effetti di un trentennio di martellamento mediatico sul comportamento civile.

L'ho trovato qui http://curiositasmundi.tumblr.com/page/5

E' una paginetta di quaderno del 1958:
Comportamento civile
Lo Stato non è il tuo nemico.
Lo Stato è utile a te e alla tua vita.
La legge non è contro di te, ma, al contrario, è per te, per la tua sicurezza e la tua tranquillità.
Le tasse non sono una ruberia.
Servono a fare le spese e i lavori a vantaggio di tutti.
Quando danneggi le cose pubbliche (il banco della classe, il muro della scuola, le panchine dei giardini pubblici, le aiuole, i fiori, ecc.) sciupi la roba tua, perché la cosa pubblica è di tutti e quindi anche la tua.
(Dettato e disegno dal quaderno di una bambina di quarta elementare di Milano, 1958-59)

Oggi , dopo quasi cinquant'anni,  un  diffuso sentire, tutt'altro che minoritario, porterebbe a un dettato di questo tenore ( ometto il titolo, perché l'effetto di ribaltare il testo e di sentirlo, tutto sommato, "normale", sarebbe irrimediabilmente rovinato).

Lo Stato è il tuo nemico.
Lo Stato è inutile a te e alla tua vita.
La legge non  è per te , ma, al contrario, è contro di te, perché minaccia la tua sicurezza e la tua tranquillità, limitando la tua libertà. 
Le tasse sono una ruberia.
Servono a fare le spese per mantenere  i pubblici dipendenti e i lavori per i soliti sinstronzi buonisti.
Quando danneggi le cose pubbliche ( il banco della classe, il muro della scuola, le panchine dei giardini pubblici, le aiuole, i fiori) non sciupi la roba tua, perché potrebbe goderne qualcun altro al posto tuo ( magari un clandestino!)

Poi ditemi che un trentennio di martellamento mediatico non hanno prodotto danni irreversibili! 

P.S. Ovviamente il primo dettato era opera di un maestro comunista.;-)
arz















domenica 7 dicembre 2014

Galan e il ramo.

http://www.repubblica.it/cronaca/2014/12/06/news/galan_malore-102284440/?ref=HREC1-13

Sono un po' perplesso.
Un uomo potente che si è ficcato in guai grossi e che deve avere in seno parecchie cose interessanti da dire all'universo mondo viene trovato a terra dai Carabinieri nel giardino della sua casa, in cui si trova perché è agli arresti domiciliari, con una frattura cranica e una contusione epatica.
Spero che le Forze dell'Ordine abbiano trovato il ramo lì vicino per spiegare la frattura cranica.
Per la contusione epatica ci vorrebbe qualche indagine ulteriore, o sbaglio? Ma il ramo era lì, nevvero?

venerdì 5 dicembre 2014

Salvini e il Presepe. Ha la faccia come il culto!


...ma veramente i Cristiani si debbono far rappresentare proprio da Matteo Salvini?
Parli un Vescovone! Un Teologo! 
Sono tutti a spasso?

martedì 2 dicembre 2014

Come volevasi dimostrare.

http://www.ecodibergamo.it/stories/Bergamo%20e%20Provincia/contro-macumba-di-calderoli-ora-sono-fratello-della-kyenge_1092598_11/

Ora servono i voti anche degli extracomunitari.
 L'ho scritto ieri e oggi la mia profezia si avvera...
Qualcuno vuole che gli legga le foglie del tè sul fondo della tazzina? ;-)


lunedì 1 dicembre 2014

Salvini. Contrordine, compagni! W Garibaldi!

http://www.bergamosera.com/cms/2014/12/01/salvini-sui-meridionali-ho-sbagliato/

Come volevasi dimostrare. Salvini è  un ossimoro personificato. Il suo movimento nato antimeridionale e secessionista improvvisamente riscopre l'Unità d'Italia!
E, quando farà comodo, contateci, Matteo riscoprirà l'importanza degli extracomunitari residenti in Italia e , perché no?, dei Rom.
Succederà quando sarà sorto il nemico di turno contro cui riversare l'acidità di un movimento che è nato identitario e che si è sempre basato sul nazistissimo concetto di "sangue e suolo".
Chiamatelo Localismo, chiamatelo ora Nazionalismo in salsa verde, sarà sempre la solita solfa.
E se troverà l'appoggio della Destra "liberale" e della Chiesa il tempo farà un bel salto indietro.
Io sento sempre più puzza di forza e di vecchie mutande ;-(
arz
P.S. Be', il logo che ho creato per la nuova Lega non è affatto male.


PROPONI SU OKNO NOTIZIE

OkNotizie