venerdì 18 maggio 2018

Perché parlare male di Sgarbi.

La notizia è questa. Anche la libertà di parola ha dei limiti. Lo sanno tutti i Costituzionalisti. Solo la società dello Spettacolo e della (finta) Informazione fingono di non saperlo:
https://www.ilfattoquotidiano.it/2018/05/18/diffamazione-riina-complice-di-di-matteo-sgarbi-e-sallusti-condannati-risarcimento-per-il-pm/4365073/


Brevi e inutili considerazioni in merito.
Perché parlare male di Sgarbi (in particolare ai genitori)

Lo so che mi sto ficcando nei guai. E' noto che Sgarbi piace. Molto. Piace a molte donne (“Oh, come è colto!”, “Oh, come è alternativo!”, “Oh, come è rivoluzionario!”) e piace anche, ne ho la prova provata, a molti giovani.
E' l'incarnazione dannunziana del Superuomo in mi minore: sa di essere superiore (o almeno lo crede, senza sembrare un radical chic), si può permettere, viste anche le alte cariche istituzionali che gli sono state attribuite, di sputare in faccia a tutti, senza farsi troppe remore sul ruolo che i suoi interlocutori rivestono, offendendoli, urlando "Capra!Capra!Capra!" e facendo il matto.
Incarna, insomma, l' adolescente prepotente, ma con gli strumenti affilati dell'adulto: la cultura, l'eloquio e l'assertività.
Perché non dovrebbe non piacere ai ragazzi?
Premetto che non lo ritengo un ignorante. Non avendo la preoccupazione di lavorare, come molti, per procurarsi il misero pane quotidiano, ha sicuramente avuto più tempo e agio per leggere, frequentare gente interessante, acquisire competenze e viaggiare.
Ha visto sicuramente molto e molto ha imparato, perché, anche se può non piacere, la vita da privilegiato che un tempo si poteva permettere solo l'aristocrazia gli ha permesso di raggiungere quello che a molti cittadini comuni è precluso, compreso al sottoscritto.
Eppure, è , a tutti gli effetti, un personaggio negativo.
Lo so, le categorie morali non sono di moda, ma Sgarbi , proprio per quello che ho scritto qui sopra, e che, riportato in forma non troppo aggressiva, credo possa essere accettato da tutti, è un simbolo non solo dei difetti della nostra società, ma di quelli che tra breve saranno elementi caratteristici delle nuove generazioni, anche perché inconsapevolmente avallate dai padri e dalle madri dei pulcinotti.
Raccolgo alla rinfusa, aggettivandole, le caratteristiche che avete letto senza troppi sconquassi su di lui: adolescenziale, scurrile, aggressivo, superbo, (finto) folle, prepotente, privilegiato, narcisista e impertinente.
Vi piace ancora?
Genitori, non ho nulla in contrario. Bene benissimo!
Sappiate, però, che, con l'esempio, questo personaggio dello Spettacolo più che della Cultura sta educando più di voi i vostri bimbi a valori che forse non condividerete del tutto, nel momento in cui vi toccheranno.
Verrà il momento in cui i vostri mini-Sgarbi vi considereranno dei coglioni perché lavorate tutto il santo giorno, riterranno il vostro  e il loro lavoro  (che non svolgeranno a dovere, ovviamente)  banale, date le capacità che la natura ha loro misteriosamente attribuito, ma che non possono esprimere in un mondo ostile che non capisce la loro genialità. 
Quando vi daranno delle “capre”, ripetendolo ad libitum, per non sentire i vostri consigli e richiami, non lamentatevi: è l'"animus sgarbianus" che esterna i suoi desiderata. 
Quando faranno i matti, e lo faranno, non potrete portarli in TV, però. Dovrete sopportarli, mentre urlano nella loro cameretta. Se continuano, però, dovrete condurli, di forza, perché opporranno resistenza, se va bene, dallo psicologo e, se va male, dallo psichiatra. 
La parcella va dai 70 ai 250 euro. Non demoralizzatevi: potrete scaricarla tra le spese sanitarie!...  ;-) arz62

Nessun commento:

Posta un commento

PROPONI SU OKNO NOTIZIE

OkNotizie