lunedì 4 maggio 2015

La Buona scuola ti apre la mente! Sull'uso dell'informazione in Italia.

Mi scuso per la crudezza del fotomontaggio, ma mi serve per spiegare qualcosa che non mi è facile descrivere per quanto mi sembra incredibile e abnorme.
L'antefatto: durante il comizio di Renzi al Festival dell'Unità di Bologna c'è uno scontro tra gruppi dei centri sociali , precari della scuola con la Polizia. I manifestanti non sono armati ( c'è solo una denuncia per una ragazza che ha usato una corda come una frusta; la potrete vedere in azione in un filmato).
Lo scontro è duro ed è evidente il tentativo di sfondare  il cordone della Polizia che interviene duramente. Si poteva evitare non si poteva evitare?, non so. Non c'ero e non posso giudicare. Sta di fatto che una ragazza viene ferita ( è quella della fotografia).
Nell'immediato del fattaccio qualche televisione trasmette l'immagine della ragazza. Non è bello vedere il viso di una ragazza insanguinato, ma sappiamo che la TV insegue certe immagini e Internet non è da meno. E sia chiaro, per evitare accuse inutili di essere partigiano, è meglio specificarlo, fa bene chi riporta le immagini dei Poliziotti feriti o vittime di vili assalti da parte dei black bloc.
Dovere dell'informazione è informare, no?
Sarà l'opinione pubblica a decidere chi stava dalla parte della ragione e chi dalla parte del torto.
Ecco: stamattina il mio barista di riferimento mi informa che Renzi è stato contestato a Bologna. Io avevo seguito distrattamente la notizia alla televisione e avevo intravisto l'immagine della ragazza.
Il mio barista di riferimento non ne sa nulla. Gli dico che una ragazza è rimasta ferita. Non gli risulta. Incomincio a dubitare anch'io che il fatto sia successo.
Oggi ho avuto modo di vedere molti telegiornali....quasi nessuno faceva menzione del ferimento della ragazza.Suvvia, se la televisione può mentire,  su Internet troverò lo stesso e facilmente l'immagine da qualche parte, no?
Be', sappiate che ho fatto una certa fatica per ritrovare il viso insanguinato che ho intravisto subliminalmente ieri.
Eppure dal punto di vista mediatico ( e scusate anche il mio cinismo) l'immagine era particolarmente suggestiva ! Trovo immagini degli scontri sul Messaggero e c'è una ragazza ferita. Il volto però , in modo piuttosto maldestro, viene pixellato. Sangue non se ne vede.
( http://foto.ilmessaggero.it/ITALIA/scontri_fuori_dall_39_ingresso_foto/0-96822.shtml?idArticolo=1332079).
Qualcuno mi dirà che è per rispetto della privacy...ma chi soccorre la ragazza non ha il volto oscurato. Tutto è avvenuto a Bologna....Vediamo "Il resto del Carlino"...Be', anche questo giornale on line  ha una galleria fotografica. Il viso della donna ferita non si vede.
Ba', quando parlo di tentativo di eliminare il pensiero della dissidenza, parlo di questo: far evaporare le notizie, inquadrare un dettaglio e non un altro, pixellare a piacere la cruda visione della realtà, a seconda della convenienza....nihil novi sub sole, d'accordo, ma che tristezza!
arz
P.S. Ho trovato alla fine la fotografia qui:  http://www.nextquotidiano.it/il-collettivo-hobo-e-le-cariche-della-polizia-alla-festa-dellunita-di-bologna/

Nessun commento:

Posta un commento

PROPONI SU OKNO NOTIZIE

OkNotizie