venerdì 1 maggio 2015

Sulla Rappresentanza: Salvini, Fedez, J-Az e gli Anti-Expo.

Perché vincono ora i Salvini e un tempo i Berlusconi? 
Perché non solo hanno svuotato il linguaggio delle parole di tutti (v.http://graffidigesso.blogspot.it/2015/04/poesiola-anti-expo-i-ladri-di-parole.html ), ma anche e principalmente perché hanno colonizzato il linguaggio ( e il pensiero) dei loro oppositori.

In sintesi: Fedez si schiera con gli “Anti-Expo”, Salvini lo critica e J-Az difende Fedez dicendo: "Salvini, ti paghiamo stipendio, autista e tutto quello che entra nella tua bocca, abbiamo diritto di commentare".

Cercherò di essere breve. Salvini è un europarlamentare votato dagli Italiani.
Nel momento stesso della sua elezione SCADE il controllo dell'elettore. Il Parlamentare non è uno stipendiato: è un delegato a cui chi l'ha votato ha dato piena fiducia e da quel momento in poi può fare quello che vuole.Punto.

La ( nostra) Destra ( in compagnia , ahimè, anche dei grillini, il che non depone a loro favore...) ha sempre combattuto contro l'assenza del vincolo di mandato dei parlamentari (art.67 della Costituzione); l'idea che un eletto sia libero di fare quello che vuole le rode. 
E non per il motivo che vogliono propalare ai gonzi ossia perché così gli eletti non rispondono alla volontà del popolo, ma perché la libertà di scelta e di critica dei singoli alle destre nostrane, finte liberali, fa venire l'orticaria. Non è un vizio solo delle Destre: il Centralismo Democratico dei partiti comunisti funziona allo stesso modo.
J-Az non se la dovrebbe prendere con Salvini, che esercita il suo mandato, ma con gli elettori dello stesso che lo hanno delegato a rappresentarli e chiamarli con il nome che ( per ora, prima di eliminare il “coccola”) si meritano: coccolanazisti ;-)



Nessun commento:

Posta un commento

PROPONI SU OKNO NOTIZIE

OkNotizie