domenica 30 settembre 2012

Sono vecchio: mi sta simpatico Fini.

Fini, qui lo dico e non lo negherò, rischiando assai, vista la mia storia personale, mi sta simpatico. Ovviamente è lontano anni luce da me e, mettiamo le cose in chiaro per stabilire il giusto senso delle proporzioni: io valgo come il due di coppe (meritatissimo) e lui è l'asso d'ori (quando briscola è ancora ori). Se ne fa ben poco, dunque, della mia simpatia il nostro Presidente della Camera.
Ma quando ho visto pochi fotogrammi ( non ho visto l'intero filmato, lo giuro) in cui ha detto a chiare lettere: “Berlusconi è un corruttore”, ecco, in quel mezzo secondo , ho percepito che stava dicendo qualcosa, credendoci davvero.
Si sa il politico racconta mille balle e solo gli ingenuotti pensano che non lo facciano, come dire?, per professione.
Fini ci ha impiegato un bel po' per capire che cosa fosse stato il Fascismo per l'Italia ed è stato, per un altro sciaguratissimo ventennio, uno strenuo sostenitore di un sistema basato sulla melma ( e basta dare una scorsa alla letterina , mai spedita, di Lavitola a Berlusconi che ha descritto a chiare lettere un verminaio indicibile per rendersene conto).
Qualche suo ex fidelissimo ci ha sguazzato (e bene!) e, tutto sommato, gli effetti secondari per l'appoggio a quel sistema corrottissimo hanno portato qualche evidente vantaggio anche a Fini e ai suoi accoliti.
Ma...il vedere il sangue ribollire negli occhi di Fini, quel serrar di mascelle per dire che c'è un limite a tutto e che tutto, dunque, non si può sopportare mi sono piaciuti. E' vero che la reazione c'è stata solo quando il colpo basso è stato portato alla sua persona per la nota questione della “casa di Montecarlo” ( mentre il Paese e l'opposizione ne ha avuti una sequela, senza che Fini si degnasse di intervenire); e la logica, molto di destra, è quella della mancanza della parola data in un rapporto personalistico.
Fini arriva, dunque, con grande ritardo ad un giudizio che molti dei suoi avversari avevano maturato da tempo. Non importa: se la passione politica lo ha portato fisicamente ad esprimere la rabbia, il disgusto, la stanchezza di un sistema politico che definire da Basso Impero è riduttivo, ciò basta per rendermelo simpatico, perché soffro con lui nel constatare a che cosa si è arrivati.
E se si è, scusate l'espressione colloquiale, incazzato, questa volta si è incazzato sul serio. Di persona e da persona.

arz©
Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille! Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

Nessun commento:

Posta un commento

PROPONI SU OKNO NOTIZIE

OkNotizie